Home / Archivio / La galleria chiusa sbarca alla Camera, interrogazione di Trancassini a Delrio: “Fare chiarezza sui tempi”
fratelli_italia_galleria2

La galleria chiusa sbarca alla Camera, interrogazione di Trancassini a Delrio: “Fare chiarezza sui tempi”

Sbarca in Parlamento il caso della galleria Valnerina sulla Rieti-Terni chiusa da febbraio. Dopo la manifestazione organizzata dai coordinamenti di Fratelli d’Italia di Rieti e Terni del 28 aprile, il deputato Paolo Trancassini ha presentato un’interrogazione parlamentare per avere ulteriori chiarimenti sulla vicenda che vede come protagonista la strada di collegamento fra le due città interessate.

“Presentare un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti è un atto doveroso nei confronti dei cittadini che da oltre tre mesi sono in attesa del ripristino della viabilità tra Rieti e Terni – afferma Trancassini -. I pendolari sono già sufficientemente vittime del disagio derivante dall’inadeguatezza di infrastrutture alternative, ad oggi aggravato fortemente dal transito degli automezzi pesanti che inevitabilmente percorrono il tragitto ostruendo la viabilità sia nel centro urbano di Terni che nelle frazioni, con ricadute negative sulla qualità della vita dei residenti ed un evidente pregiudizio per la stessa sicurezza stradale. È indispensabile fare chiarezza sui tempi previsti e le operazioni tecniche che porteranno alla riapertura del tunnel sito sulla strada statale 79 bis Ternana”.

“Ovviamente nel momento in cui abbiamo scelto di dimostrare in strada la nostra preoccupazione per la riapertura della galleria  Valnerina che a meno di quattro anni dalla sua inaugurazione presenta forti criticità fino ad impedirne la fruibilità, avevamo già pensato di procedere con un’interrogazione parlamentare per non lasciare che la questione cadesse o svanisse con una diretta social – sostiene Daniele Sinibaldi, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia Rieti e vice sindaco del capoluogo -. Oggi abbiamo gli strumenti adatti per portare le problematiche del territorio al cospetto del Ministro di competenza e non intendiamo perdere ulteriormente tempo lasciando che i cittadini delle nostre città accettino impassibili il susseguirsi degli eventi”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email