Home / Archivio / Fara Music Festival, dal 21 luglio il grande jazz suona in Sabina
fara_music

Fara Music Festival, dal 21 luglio il grande jazz suona in Sabina

 

Dal 21 al 30 luglio a Fara in Sabina prenderà il via il Fara Music Festival, un ricco cartellone fatto di nuove proposte, musicisti italiani e stranieri di livello internazionale.

Quest’anno il Fara Music Festival ospiterà dieci concerti interamente gratuiti che trasformeranno l’incantevole borgo medievale del comune sabino in una città ricca di musica, arte e cultura” – dichiara Enrico Moccia, direttore artistico del Fara Music Festival – “Tanti gli artisti di grande livello che in questa edizione del festival si alterneranno su questo palcoscenico con diverse e interessanti nuove proposte, artisti importanti di livello nazionale ed interraziale tra cui citiamo Kenny Werner, Jonathan Kreisberg, Lingomania, Urbem Quartet, Roberto Gatto,  Fabio Zeppetella”

“Come Amministrazione siamo onorati di ospitare e patrocinare il Fara Music festival che è senza dubbio il fiore all’occhiello delle nostre manifestazioni” – prosegue Paola Trambusti, Assessore Cultura del Comune di Fara in Sabina – “Ci tengo a sottolineare, infatti, che il Comune concentra i suoi sforzi culturali sulle nuove generazioni. Per questo motivo il fatto che l’evento convogli e faccia partecipare molti giovani musicisti è uno dei fattori più positivi di questa nostra collaborazione”

Una manifestazione cresciuta nel corso del tempo fino ad acquisire un respiro internazionale: “Il Fara Music Festival è il frutto della capacità di persone che hanno idee chiare e sanno come far crescere una realtà – commenta Fabio Zeppetella, musicista – “Devo dire, infatti, che sono molto contento perché in questo periodo si parla sempre di crisi e difficoltà che non appartengono solo al mondo della musica, per cui quando c’è qualcosa che funziona bene non possiamo far altro che applaudire” – e conclude – “Spero che il Festival cresca sempre di più e che porti anche la nostra cultura all’estero anche perché nel corso degli anni ho visto sempre più allievi stranieri iscriversi ai seminari. E’ un segno molto importante per le relazioni internazionali e bisogna sempre andare avanti così”.

Foto: FaraMusicFestival©

Print Friendly, PDF & Email