IMG_0594

Parla il camionista multato mentre portava aiuti ad Amatrice: “Demoralizzato, ma non smetterò mai di aiutare”

(di Chiara Pallocci) Piero Taccini (a destra nella foto) era arrivato dal Livornese ad Amatrice, lo scorso venerdì 17, a bordo di un mezzo messo a disposizione da una ditta edile per distribuire aiuti nella zona dell’Amatriciano: pellet per scaldarsi, saponi, mangime per i tanti allevatori in crisi; all’interno di un altro furgone invece, generi alimentari e vestiario raccolti grazie alla generosità dimostrata dei cittadini della Mediavalle e Garfagnana.  LEGGI 

Taccini, poco dopo essere giunto ad Amatrice, passando sull’unica strada che, a tutt’oggi, collega in maniera diretta Amatrice con la Salaria, dopo un controllo effettuato dalla Polizia Stradale ha ricevuto una multa da circa 4mila euro. Perché? In prima battuta si era pensato alla beffa di aver attraversato il Ponte a Cinque Occhi nonostante il divieto di transito per mezzi superiori ai 35 quintali.

Dalla sua pagina facebook, il trasportatore ha tenuto a precisare: “La multa di 4130 euro non è stata comminata per mancato rispetto della segnaletica, bensì, per aver trasportato mangime e pellet anziché materiale inerte per il quale il mezzo è adibito”. Un problema di destinazione d’uso del mezzo dunque e prosegue. “Ho fatto per 40 anni un lavoro analogo all’agente della Polizia Stradale che ha effettuato il controllo e so per certo che lui ha fatto solamente il suo dovere ma so anche che c’è modo e modo di fare il nostro dovere senza, in determinate circostanze, essere troppo pignoli”.

Alla luce dei fatti il sindaco Pirozzi ha messo a disposizione di Pietro Taccini  l’avvocato del Comune il quale ha preparato  il ricorso da presentare al Giudice di Pace di Rieti con l’auspicio che possa essere accolto: “Io ed il mio collega, Lenzi Giuseppe, che era alla guida del furgone che ci precedeva, siamo veramente demoralizzati per l’accaduto ma non per questo smetteremo di fare quello che fino ad ora abbiamo fatto e portare una goccia di benessere in quel mare di necessità di cui quella popolazione ha bisogno. Avremo occasione di ringraziare personalmente tutti gli abitanti del Comune di Amatrice per la loro iniziativa messa in essere sperando non necessaria. Da essere aiutati ad aiutare. Questi sono gli Italiani”.

Foto: Piero Taccini – Facebook ©

 

 

Print Friendly, PDF & Email