partito_democratico2

Il Pd sceglie ancora Petrangeli: “Con lui qualche divergenza ma siamo stati sempre leali”

Nella giornata di ieri si è riunito il direttivo cittadino del Pd di Rieti per discutere le proposte e i contenuti da mettere in campo in vista delle prossime elezioni comunali.

“Dopo 5 anni faticosissimi – spiegano i dem reatini – contraddistinti da una poderosa azione di risanamento dei conti e dal necessario ripristino delle normali procedure amministrative, si sono create le condizioni per consolidare una stagione di rilancio dell’economia della città. In questi anni con il sindaco Petrangeli abbiamo condiviso, seppure con qualche divergenza ma sempre con grande lealtà, un’azione di governo responsabile volta a creare i presupposti per tornare a dare centralità al capoluogo, motivo per il quale ci sembra superfluo qualsiasi tentativo di primogenitura della sua ricandidatura”.

“Adesso  – aggiungono i dem – è necessario costruire un programma intorno alla figura del sindaco capace di generare nuovi consensi, allargando la coalizione a tutti coloro che vorranno condividere una nuova stagione decisiva per lo sviluppo della città. Un programma in grado di trasformare il dramma del terremoto in uno stimolo per ricostruire un senso di comunità e di collettività ancor prima degli edifici. In questo senso il Pd ritiene che sia necessario parlare del rilancio del Nucleo industriale e della sua caratterizzazione collocandolo all’avanguardia sulle tematiche dell’energia e dei nuovi materiali; un nucleo industriale che sappia attrarre non solo nuove produzioni ma anche nuova ricerca”.

“E’ doveroso – aggiunge il Pd – affrontare il tema delle infrastrutture, materiali e immateriali. Nei prossimi mesi si chiuderanno le vicende relative alla Rieti-Terni, alla Rieti-Torano ed al rilancio del Terminillo che hanno visto protagoniste le azioni del Governo e della Regione. Il Comune capoluogo, dovrà essere di stimolo nei confronti di tutte le istituzioni perché si giunga presto ad azioni concrete sull’ammodernamento della Salaria e del sistema ferroviario”.

“Il Pd di Rieti, dopo gli eventi sismici che hanno interessato la nostra provincia negli ultimi mesi, chiede alla coalizione di centrosinistra l’elaborazione di proposte che pongano al centro dell’azione amministrativa il rilancio del centro storico e dell’intera città, coinvolgendo le famiglie, i cittadini, le imprese, i sindacati e le associazioni di categoria. Allo stesso modo sarà necessario far crescere e migliorare le relazioni con le città vicine, attraverso il rafforzamento delle Aree interne e dei territori dell’Italia Centrale di cui Rieti potrà e dovrà essere il crocevia” continua il Pd.

“Su questi contenuti e su quelli proposti dagli alleati, il Partito democratico non ha remore di continuare un’azione di governo iniziata 5 anni fa e che, seppur tra mille difficoltà, inizia a dare i suoi frutti. Rieti non può permettersi di volgere lo sguardo al passato ma ha bisogno di una solida alleanza di Centrosinistra che sappia continuare a costruire il futuro della città”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. avrei voluto un candidato sindaco del PD e non del SEL