CFS26_LIFE

Maxi-discarica abusiva di rifiuti edili: la Forestale denuncia due persone

Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato,  Comando Stazione Forestale di  Rivodutri, hanno sequestrato una vasta area oggetto di ripetuti abbandoni incontrollati di rifiuti. Due le persone deferite alla Procura delle Repubblica, ritenute coinvolte nei fatti.

L’area, dove erano presenti rifiuti eterogenei  provenienti principalmente da attività edili, si trova a Morro Reatino, in località Castagneto: abbandonati di materiali derivanti da costruzione e demolizione stratificati nel tempo.

Al fine di una più esatta classificazione dei rifiuti, è stata fatta intervenire sul posto anche l’Arpa Lazio di Rieti, che ha confermato la presenza di rifiuti riconducibili ad attività edili come mattonelle, corrugati, tegole imballaggi , rottami ferrosi, cemento, ma anche della paglia.

Gli Agenti Forestali hanno sequestrato tutta l’area per evitare ulteriori abbandoni. Sono stati fatti anche rilievi cartografici, avvalendosi della tecnologia gps  interfacciata con il Sistema Informativo della Montagna, ma anche coinvolgendo l’Ufficio Tecnico del Comune in merito ad eventuali violazioni di tipo urbanistico in applicazione del  D.P.R. n. 380/2001. Gli accertamenti hanno svelato che nell’area  sequestrata sono stati nel tempo stratificati oltre 1300 metri cubi di rifiuti, misti a terra da scavo.

Gli Agenti  del Corpo Forestale dello Stato hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Rieti,  due persone in concorso tra loro, ritenute coinvolte nei fatti.

Foto CFS ©

Print Friendly, PDF & Email