Depliant Programma

ECCO IL VOLUME FOTOGRAFICO SU AMATRICE: VENERDÌ 11 LA PRESENTAZIONE

La Fondazione Varrone presenta il progetto editoriale di promozione territoriale realizzato dalla Soprintendenza ed edito dalla Mondatori Electa: “Amatrice. Forme e immagini del territorio”, di Anna Imponente, Soprintendente  Belle Arti e Paesaggi per le Marche e Rossana Torlontano ricercatrice presso l’Università di Chieti.

Il volume fotografico, storico e critico che ritrae l’affascinante e complessa realtà di Amatrice,”la città delle 100 chiese”, è stato finanziato dalla Fondazione Varrone e verrà presentato venerdì 11 dicembre alle ore 17 presso l’Auditorium Varrone. Abbiamo voluto sostenere questo progetto della Soprintendenza perché riteniamo sia indispensabile per lo sviluppo locale, la conoscenza e la divulgazione del patrimonio artistico, storico e paesaggistico del territorio. Questo prezioso volume d’arte ci rivela la complessa realtà di Amatrice, territorio di confine tra quattro regioni,  che ha sviluppato  una cultura propria e unica nel suo genere, che deve essere trasmessa alla nuove generazioni” – ha commentato il Presidente della Fondazione Varrone, Antonio Valentini.

Interverranno alla presentazione autorevoli esponenti:

Arch. Francesco Scoppola, Direttore Generale Belle Arti e Paesaggio del MIbac

Arch. Agostino Bureca, Soprintendente Belle Arti e Paesaggio del Lazio

Dott.ssa. Valeria Grilli Carandini, Presidente Regionale FAI Lazio

Prof.ssa. Michela di Macco, Università La Sapienza di Roma

Prof. Ernesto di Renzo, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Dott.ssa Anna Imponente, Soprintendente belle Arti e Paesaggio per le Marche

Prof.ssa. Rossana Torlentano, Università G.D’Annunzio di Chieti

BREVI NOTE

La scelta tematica nel volume nasce dalla consapevolezza che le “100 chiese”, che per antonomasia distinguevano il centro e le varie frazioni, non vadano indagate singolarmente, come monumenti autonomi, ma piuttosto analizzate insieme nei loro diversi contenuti, in una lettura contestuale e diacronica che si spinge fino al Novecento inoltrato. Capitoli dedicati a singoli monumenti o personalità artistiche si accompagneranno dunque a saggi di ampio respiro volti ad evidenziare e isolare alcuni significativi momenti cerniera come il crinale tra Trecento e Quattrocento, tra Gotico internazionale di marca  appenninica e il Rinascimento “umbratile”, o ancora il paesaggio di alcuni protagonisti del Rinascimento italiano come Cola di Amatrice, che trovò la sua origine proprio nella città. Il corredo fotografico che impreziosisce il volume è stato eseguito dall’obiettivo di Giovanni Lattanzi. Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email