leoni_valentina21

CICLSIMO, MARTEDÌ IL TROFEO LEONI. OLTRE 130 CICLISTI SI CONTENDONO IL TITOLO

Oltre 130 atleti si contenderanno martedì 2 giugno il 33° Trofeo Adolfo Leoni – 6° Memorial Lorenzo Aguzzi, classica del calendario nazionale riservata a Elite e Under 23, organizzata dall’Unione ciclistica Rieti presieduta da Giuseppe Peron.

Nell’albo d’oro del Trofeo Leoni nomi di atleti che hanno scritto la storia del ciclismo dilettantistico e professionistico. Il primo a conquistarlo è stato Giuseppe Dello Marino nel 1977, poi sono arrivate le vittorie di Stefano Giuliani (1981), Rodolfo Massi (1984), del velocista russo Djamolidine Abdoujaparov (1989) vincitore di una Gand – Wevelgem, di una tappa al Giro, nove al Tour de France e sette alla Vuelta Espana. E ancora Gabriele Missaglia (1994), Alberto Ongarato (1997), Alex Fedenko (1998), Hector Mesa Mesa (2001), Salvatore Puccio (2011) impegnato fino a domenica al Giro d’Italia con il Team Sky, per arrivare al vincitore dello scorso anno Nicola Gaffurini.

Il sindaco. «Il Trofeo Leoni rappresenta un appuntamento entrato ormai nella tradizione sportiva della nostra città. – sottolinea il sindaco di Rieti Simone Petrangeli – Questa prestigiosa gara ciclistica, insieme a pochi altri eventi, rappresenta per il nostro territorio anche un’importante opportunità di promozione e di rilancio della nostra immagine».

La gara. Le operazioni preliminari si svolgeranno dalle 9.00 alle 11.30 al centro sociale di via Pierino Mitrotti di Villa Reatina. Partenza alle ore 13.15, arrivo previsto alle 17.30. Questo il percorso: trasferimento turistico da Villa Reatina a Piazzale Leoni (partenza ufficiale), viale Dupre’, viale Matteucci, Lungo Velino, via Criano, Ponte Velino, Chiesa Nuova, via De Juliis, Ponte Porta D’Arci, viale Morroni, viale Canali, viale Dei Flavi, viale Matteucci (da ripetersi nove volte) poi viale Matteucci, S.S.4 ex Salaria, Maglianello, San Giovanni Reatino, S.S.4 Salaria, Turanense S.P.34, S.P.34/a Belmonte, loc. II Ville, loc. III Ville, innesto S.S.4 ex Salaria, viale Morroni, arrivo in viale Canali.

Le squadre al via. Unione ciclistica Pregnana Team Scout, Team Pala Fenice, Gallina Colosio Eurofeed, Fenice Palazzago, Futura Team-Rosini, Sestese Etruria Amore & Vita, Team Hersh Eco Project, Ciclistica Malmantile, Calzaturieri Monte Granaro Marini Silvano, Monturano – Civitanova – Cascinare, Unione ciclistica Porto Sant’Elpidio, Vega – Eco Elpidiense, Team Cingolani Senigallia, Mg Kvis Vega Norda, Acqua & Sapone Team Mocaiana, Time Bike Todis Rieti, Aran Cucine, Vejus – Tmf – Cicli Magnun,

Adolfo Leoni. Nato a Gualdo Tadino (Pg) il 13 gennaio 1917 si trasferì giovanissimo con tutta la famiglia a Rieti e iniziò a lavorare in un’officina meccanica. Fu il padre a metterlo involontariamente in bici: una sera papà Giovanni raccontò che era in allestimento una corsa ciclistica per i figli dei ferrovieri di età fra i 15 e i 22 anni. Adolfo aveva solo 14 anni, dichiarò di avere un anno in più e partecipò, con una preparazione sommaria, alla gara. Arrivò primo al traguardo dando il via a una carriera che lo portò a conquistare la Milano – Sanremo nel 1942 e la Classica Sarda nel 1948, diciassette tappe al Giro d’Italia e una al Tour de France. Da dilettante vinse i campionati del mondo a Copenaghen nel 1937. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email