Tifosi_NPC_Rieti_1169_life

TIFOSO AGGREDITO, PRESIDENTE MONTEGRANARO CONDANNA: “PURA DELINQUENZA, TRISTEZZA INFINITA”

Fatti infami da parte di una banda di delinquenti“. Così la Npc Rieti – in una nota ufficiale – definisce quanto accaduto dopo la partita di ieri tra Montegranaro e Rieti, all’esterno del palasport marchigiano, con l’aggressione del tifoso reatino Claudio De Santis (leggi), che ha riportato la rottura del femore e che stamattina è stato operato all’ospedale di Fermo.

Dura la condanna del presidente della Poderosa Montegranaro, Riccardo Bigioni: “Apprendo con grande dispiacere quanto accaduto e formulo i miei migliori auguri di pronta guarigione per la persona vittima di questo agguato. Condanno con tutta la forza possibile un agguato che è un atto di pura delinquenza e che nulla ha a che vedere con lo sport. I sentimenti che convivono in me in questo momento sono di grande vicinanza con le vittime, di enorme amarezza, di tristezza infinita per un fatto che non doveva e non deve mai più accadere in futuro se ancora si vuole che il sottoscritto e la società che guido continui ad operare in questo mondo della pallacanestro”.

Il patron reatino Giuseppe Cattani, dopo il commento di ieri sera a RietiLife durante la festa dei tifosi al PalaSojourner per il ritorno della squadra (leggi), torna sull’episodio: “Sono fatti ignobili, da vigliacchi, quanto di più distante ci sia dallo sport e dai valori che questo veicola. Le nostre società sportive hanno tra loro rapporti leali e cordiali e sposo le dichiarazioni di Bigioni. Sono cose che ti tolgono la voglia di condurre un progetto sportivo. Auguro a Claudio di rimettersi quanto prima e di unirsi a noi nella gioia di vivere un momento sportivo eccezionale. Sarà l’occasione per consegnargli quella maglia che mi aveva chiesto al termine della partita”. Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email