Andrea_Milardi_life

GROSSETO CANDIDATA A EUROPEI, FURIA MILARDI: “CONFLITTO D’INTERESSI, FIDAL HA SNOBBATO RIETI”

Europei 2017 a Grosseto: Studentesca Cariri infuriata con la Fidal. La sconfitta della candidatura di Rieti per gli Europei Allievi del 2016 ancora brucia – l’evento è stato assegnato alla capitale georgiana Tbilisi – ed è sufficiente che sul sito della federazione italiana di atletica compaia che la città toscana è in corsa per la rassegna continentale Under 23, in programma tra due anni, a scatenare l’ira del grande capo dell’atletica reatina, Andrea Milardi, nei confronti del presidente Alfio Giomi, di casa proprio a Grosseto.
“È conflitto d’interesse”, mette nero su bianco Milardi, per il quale è arrivato il momento di urlare a pieni polmoni quanto sussurrato nei mesi scorsi, cioè che il numero uno della federazione avrebbe bruciato la candidatura di Rieti 2016 in maniera tale da poter rilanciare per un successivo evento da organizzare nella sua città.
Milardi ci va giù durissimo: “Siamo stati trombati dalla federazione e siamo stufi di prendere schiaffi”, sbotta il direttore tecnico della Cariri, che non manca di sottolineare l’assenza di Giomi dalla cerimonia di assegnazione della rassegna continentale dello scorso 3 maggio a Francoforte (presente il sindaco Petrangeli). Per Milardi, è giunta l’ora di togliersi tutti i sassolini dalla scarpa: “Giomi a Francoforte non c’era – ricorda – ma guarda caso Grosseto presenta la candidatura per il 2017 Under 23 e la cosa ci lascia imbarazzati, ma non possiamo pensare che si sia giocato sporco fino al punto di mandare allo sbaraglio il sindaco di una città che per l’atletica fa tanto”. Un’assenza che fu notata dallo stesso Petrangeli, il quale all’indomani dichiarò che si sarebbe aspettato “la presenza e un maggior sostegno da parte delle istituzioni sportive italiane”.
La Studentesca Cariri, adesso, si sente presa in giro. “Ricordate lo scorso anno – scrive ancora Milardi – quando i delegati della federazione europea rimasero allibiti dalla marea di giovani convogliati dalle scuole al Guidobaldi per il Don Bosco? Ricordate la serata con il Comitato Organizzatore di Rieti 2016, il sindaco Petrangeli, i delegati Eaa e presidente Fidal che garantisce che Rieti non ha problemi? Ricordate Francoforte, dove oltre ai membri di Rieti 2016 sono presenti il sindaco Petrangeli e il vicesindaco di Terni, ma guarda caso non c’è il presidente Giomi? Lo ricordate il verdetto? Europei allievi assegnati Tbilisi, per Rieti lo smacco e lo scorno”.
Rieti a secco, dunque. Senza manifestazione internazionali dopo il successo degli Eurojunior del 2013. Giomi, poche settimane fa a Rieti per la presentazione dei Tricolori Juniores e Promesse del prossimo giugno al Guidobaldi, aveva sollecitato la città a presentare nuove candidature in tandem con Terni. Ma per il 2017, ormai, la porta è sbarrata. Grosseto (già sede degli Eurojunior nel 2001 e dei Mondiali Juniores nel 2004, quelli di Andrew Howe) dovrà vedersela ora con la città polacca di Bydgoszcz. In Maremma, feudo del neoeletto consigliere della federazione europea, si terranno tra un mese anche gli Europei Master e nella prossima stagione gli Europei Paralimpici.
A Giomi, la Cariri non perdona nemmeno lo scarso interesse mostrato per l’impianto d’altura del Terminillo. Il giudizio sul suo operato è pesantissimo, da parte di una società che aveva sostenuto il presidente nell’elezione del dicembre 2012: “Abbiamo affiancato Giomi quando ha presentato la propria candidatura, annunciando un quadriennio per rilanciare l’atletica per poi uscire di scena – conclude Milardi – e invece è ufficiale che ripresenterà la propria candidatura anche per il prossimo quadriennio. Adesso diciamo basta a questo personaggio che sta affossando in maniera irreparabile il mondo dell’atletica, mai caduto così in basso”. (da ilmessaggero.itFoto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email