Esultanza_Crescenzo_Sabatino_8745_Mess

MA COME ESULTATE…?!?

(di Christian Diociaiuti) Partita senza storia quella tra Rieti e Olimpia Colligiana: secco ed indiscusso 2-0 degli amarantocelesti sugli ospiti e terzo posto in classifica. Tutto grazie anche alla Massese: i bianconeri hanno vinto 2-1 contro il Ponsacco, permettendo agli amarantocelesti di sorpassare proprio i rossoblù. A far festeggiare il Rieti, Crescenzo, in gol su un pasticcio difensivo ospite, al 37’ del primo tempo, e Casavecchia, bravo sugli sviluppi di un corner (al 40’ st) a freddare Corno. Pochissime le chance ospiti: Prandelli, punta di diamante dei toscani, ha avuto un paio di palle-gol, non concretizzate. Ora il Rieti pensa al Trestina e a trattenere il piazzamento playoff, mentre i toscani devono tirarsi fuori dall’impiccio dei playout. DOPO GARA Franco Fedeli, presidente Rieti: “Dovevamo fare prima il 2-0 ma sono soddisfatto. Sbagliamo troppo sottoporta. Il migliore? Tutti allo stesso livello ma non mi è dispiaciuto Castellano che non gioca mai e si è trovato in campo dal 1’. Secondo posto? Vediamo, il finale di campionato sulla carta è facile”. Loris Beoni, allenatore Rieti: “Reputo questa una delle prestazioni più positive fatte in casa: non abbiamo concesso niente ed abbiamo creato molto. Bravi i ragazzi, hanno reso facile una gara che non lo era”. Stefano Carobbi, allenatore Colligiana: “La gara l’ha fatta il Rieti, è stato sempre nella nostra metà campo e non era facile giocare. Abbiamo preso due gol su errori nostri, non si possono fare queste cose. Il nostro percorso non passa da Rieti, decisive le prossime gare in casa”. UOMO RIETILIFE Senza dubbi in tribuna stampa: l’Uomo RietiLife, il migliore in campo, è Casavecchia. Gol e quantità in difesa, tutti i giornalisti lo hanno votato. “Siamo un grande gruppo – dice il difensore – non ci impensierisce nessuno”. FEDELI, CHE PIEDINO! Curioso siparietto prima della gara: il patron Fedeli si è dilettato con il pallone alcuni minuti, scambiando qualche passaggio con un ragazzo, suo ospite in tribuna vip. Un patron con la passione del pallone a tutto tondo: chissà se da giovane ha giocato per qualche squadra. Foto: Gianluca VANNICELLI / Agenzia PRIMO PIANO © 

Print Friendly, PDF & Email