HOSPICE_2983

“GRAZIE ALL’HOSPICE: ATTENTI A MIO PADRE FINO ALL’ULTIMO, STRUTTURA D’ECCELLENZA” / LA LETTERA

Un lettore, Roberto Bellosono, ha indirizzato alla Asl – in particolare al dg Figorilli e al direttore sanitario Colombo – oltre che al responsabile dell’Hospice San Francesco, Giorgio Amedoro, una lettera per ringraziare chi opera nell’Hospice. Roberto Bellosono ha affidato, infatti, alle cure dell’Hospice San Francesco, il padre, colpito da una grave malattia: il padre, Angelo, ha ricevuto assistenza attenta e amorevole. Lettere che, oltre alla Asl, è stata inviata anche a RietiLife e che si aggiunge alle numerose già pubblicate sul tema.

“Sono il figlio di Angelo Bellosono che, a seguito di grave malattia, è deceduto presso l’Hospice San Francesco qualche giorno fa, e vorrei “rubare” un poco del Vostro tempo per rimarcare, anche a nome della mia famiglia, le grandi positività riscontrate nel livello di assistenza medica che mio padre ha ricevuto in questo periodo di malattia.

Nel percorso terapeutico fatto nei tre mesi che ne hanno caratterizzato l’ultimo periodo della sua vita abbiamo avuto la fortuna di incontrare, presso l’Ospedale De Lellis di Rieti, diversi ottimi professionisti che hanno affrontato con grande attenzione la grave patologia che si era palesata.

Negli ultimi giorni – poi – abbiamo concordato il trasferimento di mio padre presso l’Hospice San Francesco, e qui abbiamo avuto la fortuna di venire a contatto con una vera e propria struttura d’eccellenza. Certo, parlare di “fortuna” in una situazione come questa può suonare quantomeno strano, ma – vi assicuro – i termini usati sono assolutamente congrui.

La permanenza di mio padre nella struttura, sino al triste epilogo, è sempre stata caratterizzata dalla grande professionalità ed umanità degli operatori che ci sono prodigati, senza mai risparmiarsi, per assicurargli serenità, conforto e giusto sostegno medico.

Vogliamo quindi testimoniare l’assoluta riconoscenza all’equipe diretta dal dr. Amedoro, ponendo l’accento sulle qualità umane e professionali di tutti gli operatori. Ricevere così tanto in un momento così difficile è elemento di grandissima importanza che deve essere rimarcato con grande forza.

L’Hospice rappresenta una struttura d’eccellenza che svolge nel migliore dei modi il suo compito e questo fatto – riteniamo – deve essere evidenziato e pubblicizzato.

Vi ringrazio a nome mio personale e della mia famiglia. Roberto Bellosono”

Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email