Enterprise_4850_Life

ENTERPRISE, RICCI (CISL): “DALLA REGIONE OK ALLA MOBILITÀ INCENTIVATA”

Arrivata ad un punto di svolta in termini di ammortizzatori sociali la vicenda Enterprise. A comunicarlo è il  segretario provinciale della Fim Cisl Giuseppe Ricci. “Con la messa in sicurezza dei 20 lavoratori della New Enterprise srl grazie all’accoglimento da parte della Regione Lazio della richiesta di mobilità incentivata (DL 223/91), per la quale è ormai prossima la collocazione anche per i lavoratori della Enterprise srl in liquidazione – dice Ricci –  si conclude nel peggiore dei modi, sotto il punto di vista occupazionale una vertenza che non sembra avere soluzioni industriali all’orizzonte tali da poter auspicare un reinserimento totale o parziale delle risorse umane, se non quella a cui stanno lavorando alcuni di loro, intenzionati a verificare se esistono i presupposti per riorganizzarsi in una Cooperativa che possa riaccendere i motori del sito dove attualmente, grazie all’intervento tempestivo della Magistratura si è potuto procedere al sequestro preventivo dei beni appartenenti sia a New Enterprise srl, che di Enterprise srl il liquidazione. In tal senso – prosegue il segretario provinciale della Fim Cisl Giuseppe Ricci – c’è assoluta necessità di un forte sostegno sia delle istituzioni locali, che del Gruppo Angelantoni, affinchè si attivino per dare delle risposte concrete sotto il profilo occupazionale sul nostro territorio, perché non è possibile accettare che una realtà come quella appartenente ad un imprenditore del calibro di Gianluigi Angelantoni – da poco nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – esca di scena in questo modo. A tal proposito, richiederemo nuovamente al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) una nuova convocazione di quello stesso tavolo di crisi ancora aperto e sul quale vorremmo che le istituzioni locali, regionali e nazionali mettano qualcosa di concreto per ridare speranza e dignità ai tutti quei lavoratori che ad oggi non riescono a vedere oltre l’àncora di salvataggio degli ammortizzatori sociali”. Foto (archivio) RietiLife © 
Print Friendly, PDF & Email