cattani33rl

BASKET, FIP: “RIETI NON HA DIRITTO ALLA SILVER”. CATTANI: “STATE SBAGLIANDO”

Archiviata momentaneamente la speranza di essere ripescati in A Silver,  la Npc si è messa al lavoro per prepararsi al meglio al  prossimo campionato di serie B. La questione della lista delle ammissibili alla serie superiore, che ha collocato  Rieti  in terza posizione dopo Latina (di fatto l’unica ripescata dal consiglio federale di venerdì 18 luglio) e Piacenza, non è andata giù al patron della Npc, che nei giorni scorsi ha inviato una formale richiesta di spiegazioni sull’interpretazione della regola alla base di tale classifica (leggi). LA RISPOSTA La risposta è arrivata ieri, a firma di Giovanni Del Franco, presidente del settore agonistico: «Con la presente siamo a riportare uno stralcio della lettera b) del comma 5 dell’articolo 9 del Regolamento esecutivo gare che definisce le migliori non promosse “la squadra prima delle non promosse nei Campionati non professionistici, è determinata dalla Società che, per ogni girone, nell’ultima gara di play off, spareggio o gare equipollenti risulti perdente e il cui risultato ne ha sancito la mancata promozione alla categoria superiore. Una volta identificate le squadre prime delle non promosse le stesse verranno classificate in base alla posizione conseguita al termine della fase di qualificazione”. Precisiamo, pertanto, che essendo considerata una sola società per girone come migliore non promossa, la migliore non promossa del Vostro girone è la Società Latina Basket S.S.D. A R.L.». CATTANI NON CI STA Il presidente Cattani, tuttavia, “ritiene che la regola debba essere interpretata diversamente poiché Latina  ha vinto il girone e non è stata promossa in Silver  per aver perso le due finali del concentramento di Rimini che rappresentava la fascia più elevata della DNB – fa sapere il club – altra fascia è quella delle squadre che non hanno vinto il girone, ma sono uscite in finale  come Rieti e Piacenza”. Tra le due Rieti è avanti per aver totalizzato 48 punti rispetto ai 40 della società emiliana. Cattani ha inviato una nuova mail in federazione: “….Preso atto della conferma di quanto già da Voi precedentemente comunicato,  il nostro dubbio sulla vostra errata interpretazione della norma prende ancor più efficacia proprio alla luce da quanto da Lei scritto e siamo ancor più convinti delle nostre ragioni, ritenendo che per determinare la classifica di cui trattasi, ad eccezione di Latina che ha realmente perso il play off/concentramento che ne ha sancito la mancata promozione, la nostra società come tutte le altre deve essere valutate con la lettera “D” comma 5 dell’art. 9 Regolamento Esecutivo e non con la “B” come da Voi, a nostro avviso, erroneamente affermato. Delle squadre inserite nella classifica di cui trattasi la sola Latina ha partecipato al concentramento per la promozione e la doppia sconfitta in quella sede ne ha determinato effettivamente la non promozione, nessuna delle altre ha avuto tale possibilità. Conferma di quanto da noi sostenuto è proprio Latina che malgrado la vittoria nei play off del girone “C” non ha ottenuto alcuna promozione ma ha guadagnato il solo  accesso al concentramento che avrebbe dovuto ratificare il passaggio di categoria in caso di vittoria. Ha senso quindi dire che Latina è la prima, e l’unica, delle non promosse mentre per tutte le altre la Vostra tesi non è applicabile proprio in virtù di quanto riportato alla lettera “B” dell’articolo citato non avendo mai le stesse disputato gare che ne sancissero la promozione o la mancata promozione alla categoria superiore”. Cattani prosegue spiegando che: “la nostra disquisizione al momento non ha alcun valore ma nel caso in cui si verificassero nei giorni a venire eventuali ulteriori defezioni e/o carenze di organico e decidiate di dar luogo ad ulteriori ammissioni e/o ripescaggi  allora tutto assumerebbe toni e importanza diversi”. Cattani vuole andare fino in fondo nel caso in cui si rendesse necessaria  una nuova  ondata di ripescaggio e conclude: ” Per quanto sopra esposto Vi informiamo fin d’ora che ci riserviamo la facoltà di ricorrere presso le opportune sedi a tutela dei nostri diritti ed interessi. Nella speranza che tutto possa essere sistemato e benevolmente risolto cogliamo l’occasione per inviare cordiali saluti”. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email