Finanza_3365_life

ERA “CIECO” MA GUIDAVA, I FINANZIERI SEQUESTRANO 70MILA EURO A UN FALSO INVALIDO REATINO

(omniroma.it) Dal 1980 percepiva una pensione di invalidità civile per cecità assoluta ma guidava con disinvoltura la propria autovettura e svolgeva attività incompatibili con la grave patologia certificata dalla Commissione medica competente. Ad inchiodare l’anziano, nel 2012, erano state le accurate indagini svolte dai Finanzieri del comando Provinciale di Rieti, a conclusione delle quali il falso cieco è stato denunciato per il reato di truffa continuata ai danni dello Stato. Per recuperare la somma di denaro corrispondente al profitto del reato contestato all’uomo reatino (oggi settantaquattrenne) i Finanzieri del Comando Provinciale di Rieti, delegati dal g.i.p. del locale Tribunale, hanno sequestrato beni immobili di proprietà del falso invalido per un valore complessivo di circa 71.000 euro. Si tratta di un sequestro preventivo “per equivalente” finalizzato alla confisca dei beni, che mira a risarcire le casse dello Stato degli ultimi cinque anni di pensione e indennità di accompagnamento che sarebbero state indebitamente ricevute dall’uomo. Foto (archivio) RietiLife © 

Print Friendly, PDF & Email