Borse_Studio_Lions_Life

ROTARY CLUB, BORSA DI STUDIO A DUE STUDENTI REATINI

Raffaele Vaccarella di 14 anni, studente dell’Istituto Comprensivo “Angelo Maria Ricci” di Rieti e Leonardo De Angelis studente dell’Istituto Superiore d’Istruzione “Ugo Ciancarelli” di Rieti, sono i vincitori delle due borse di studio messe in palio dal Rotary Club di Rieti nell’ambito del Premio Interact – giunto quest’anno alla quinta edizione – e riservato agli studenti reatini distintisi per merito scolastico e qualità personali. Quest’anno la cerimonia di consegna è avvenuta all’interno dell’Auditorium Varrone di Rieti, durante una delle quattro giornate della Manifestazione “Rieti città senza barriere”, alla presenza dei dirigenti scolastici, docenti e studenti degli Istituti Scolastici che hanno aderito alla manifestazione (I.I.S. M.T. Varrone, Liceo Artistico Calcagnadoro, I.I.S. L. Di savoia, Liceo C. Jucci, I.I.S. U. Ciancarelli, I.C. A.M.Ricci, Istituto L. Radice). Le due borse di studio del Rotary sono intitolate all’associazione Interact – promossa a livello internazionale dai Rotary Club a favore dei ragazzi tra i 12 ed i 18 anni, che si pone l’obiettivo di stimolarli alla consapevolezza di sé, avviandoli anche alla solidarietà ed all’impegno sociale. LE MOTIVAZIONI Raffaele Vaccarella: “Per il costante e proficuo impegno profuso nell’attività didattica che ha permesso di raggiungere risultati oltremodo soddisfacenti anche a livello nazionale, nonché per il meritevole senso del dovere dimostrato nelle più svariate occasioni, facendolo emergere sia nella dimensione scolastica sia in quella sociale, merito altresì del comportamento irreprensibile con il quale si relaziona con adulti e coetanei”. Leonardo De Angelis: “Per il carattere benevolo e per le inclinazioni personali volte al servizio ed alla comprensione, qualità che hanno consentito la sua distinzione all’interno dell’ambiente scolastico ed extrascolastico. Per il concreto impegno dimostrato nei doveri più strettamente legati alla dinamica, che hanno portato alla condivisa soddisfazione dei docenti e delle persone a Lui vicine”. Il giovanissimo Raffaele si è messo in luce, già nel 2009, quando ha ricevuto l’attestato d’onore dell’associazione “L’alunno più buono d’Italia” con la seguente motivazione: “Per aver onorato la sua giovinezza con l’amicizia, la generosità, l’altruismo ed un ottimo profitto scolastico, inoltre, quest’anno a partecipato alla finale nazionale della XXI edizione dei “Campionati Internazionali di giochi matematici” svoltasi presso l’Università Bocconi di Milano. Foto: ROTARY CLUB ©

Print Friendly, PDF & Email