Ospedale_3085_life

“IO, UNA DEI 200 INTERINALI RIMASTI SENZA STIPENDIO: BASTA GIOCHETTI SULLA NOSTRA PELLE”

Ci scrive una lettrice, lavoratrice interinale al De Lellis, per sfogarsi sulla vicenda del mancato pagamento degli stipendi denunciata oggi dai sindacati (leggi) Buonasera, sono una precaria dell’ospedale di Rieti: da oggi e non so per quanto tempo, noi interinali non avremo più stipendio. Perché? Perché la società per cui lavoriamo, “Alba SPA”, ha uno scoperto Inps di quattro milioni di euro, e la Asl, che tutti i mesi versa a loro la liquidità per garantire a noi lavoratori il salario, si è messa a fare a braccio di ferro sostenendo di bloccare le fatture, affinché la suddetta agenzia rientri con il debito. Tutto questo sulla pelle di noi lavoratori. In sintesi, la Asl non versa liquidità all’agenzia perché vuole vedere se riescono a sanare il debito, e questo a nostro scapito. Fatto sta, che noi non veniamo pagati: siamo tutti professionisti e svolgiamo un lavoro fondamentale all’interno dei reparti ospedalieri. Abbiamo tutti famiglia e figli. È una vergogna, giochetti del genere sulla pelle dei lavoratori sono inammissibili. Parlate dell’accaduto! Riguarda 200 precari della Asl di Rieti. Foto: RietiLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email