Esultanza_Real_Rieti_3772_Life

REAL RIETI, L’ORA DEI PLAYOFF. FORTE: “CON LA LUPARENSE VOGLIAMO FARE UNA GRANDE PARTITA”

Scatta l’ora di Rieti-Luparense, gara valida per i playoff di serie A di calcio a 5. Domani sera alle ore 20.30 sarà la volta della gara 1 di un quarto di finale che promette intensità ed emozioni, che potrebbe consegnare al Real una abbondante fetta di semifinale. Capitan Forte indica agli amarantocelesti la via da seguire: “E’ arrivato il momento più importante della stagione, in cui si concretizza il lavoro di un intero anno. Ci aspetta una partita durissima, dove conterà poco la condizione fisica, ma dove farà la differenza l’atteggiamento mentale, la voglia di superare l’ostacolo, di lottare colpo su colpo, tiro su tiro. La Luparense è una squadra forte e blasonata, ma al PalaMalfatti abbiamo sempre fatto bene, e domani vogliamo giocare una grande partita: solo così aumenteranno le nostre speranze”. Il Real affronta questa post-season con relativa leggerezza, consapevole del fatto che ogni passo in più, sarebbe un’altra pagina di storia: “L’errore che non dobbiamo commettere – spiega capitan Forte – , è quello di guardare troppo avanti. Dobbiamo scendere in campo con la voglia di goderci ogni secondo di questi playoff, senza fare troppi programmi. Affronteremo partita per partita, risponderemo tiro su tiro,mettendo in campo tutto, con la voglia di lottare fino all’ultimo secondo. Come ho detto prima, non conterà la condizione fisica, ma il cuore che metteremo in campo, cercando di far felice il nostro pubblico”. Il PalaMalfatti si prepara ad accogliere la partita dell’anno, e Forte lancia un appello a tutti i tifosi  “E’ stata una stagione positiva, e davanti al nostro pubblico daremo tutto. Risponderemo colpo su colpo, senza mollare mai. Per quello che abbiamo dimostrato fino ad oggi, meritiamo di vedere il PalaMalfatti pieno e pronto a spingerci fino all’ultimo secondo. Lo merita la squadra, ma anche la società, che sta facendo ed ha fatto molti sforzi. Il pubblico farà la differenza, sarò il sesto uomo in campo”. Un’attesa lunga tre anni, quando il Real si affacciava timido nel Futsal che conta, quando la salvezza diretta era la vittoria di una piccola città di fronte a mostri sacri. Solo il trampolino di lancio, solo un percorso naturale e necessario che ci porta a questa vigilia. “Noi ci saremo – suona la carica il club in una nota – e con noi, ci sarà la vostra voce, il vostro effetto, la voglia che avete di crederci e di portare Rieti sempre più in alto”. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email