regnini21

INCENTIVI PER GLI OPERATORI TURISTICI CHE PROPONGONO RIETI, IL PLAUSO DI REGNINI

C’è ora un motivo in più, per gli operatori turistici, per organizzare una visita di gruppo a Rieti. L’assessorato al Turismo, Culture, Promozione del Territorio del Comune di Rieti, allo scopo di incrementare il numero di turisti e soprattutto per favorire il prolungamento per più di un giorno delle presenze, ha messo a disposizione alcune risorse che si tradurranno in un bonus rivolto a coloro che organizzeranno gite che prevedono almeno un pernotto a Rieti. Possono beneficiare dell’incentivo, pari a 300 euro per ogni pullman utilizzato, le agenzie di viaggi e turismo, le associazioni e gli altri enti senza scopo di lucro, i gruppi sociali, le comunità e le scuole. Il bonus verrà erogato sotto forma di compartecipazione alle spese di viaggio e verrà concesso ai soggetti (appartenenti alle categorie menzionate), nel corso del 2014, organizzino e realizzino viaggi nel Comune di Rieti, con gruppi di almeno 25 persone, della durata di almeno due giornate, con almeno una notte in strutture alberghiere ed extralberghiere del comune di Rieti. I soggetti che intendano usufruire degli incentivi dovranno inviare il “Modulo di richiesta compartecipazione spese di trasporto”, disponibile sul sito istituzionale del Comune di Rieti, almeno 15 giorni prima dell’inizio del viaggio indirizzato al Settore II – Servizio Turismo del Comune di Rieti – P.zza V. Emanuele II – 02100 Rieti tramite pec all’indirizzo [email protected]. “Quella dell’Assessorato al Turismo – dice il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini – rappresenta una valida iniziativa a favore degli operatori turistici. Come Camera di Commercio ci siamo più volte schierati dalla parte degli appartenenti al settore che soffrono della concorrenza degli ‘abusivi’ (che come tali riescono ad offrire prezzi più bassi) registrando perdite di oltre la metà del fatturato annuo. L’incentivo, sotto forma di compartecipazione alle spese di viaggio consentirà loro di contenere il prezzo senza perdite e rimettere in moto il turismo cittadino, con tutto l’indotto relativo agli hotel, bar, ristoranti e attività commerciali in genere, che ne deriva”.  Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email