STAGE IN AZIENDA PER I RIFUGIATI, PROSEGUE L’INTESA TRA CAMERA DI COMMERCIO E CARITAS

Agevolare l’inserimento dei soggetti svantaggiati nelle realtà lavorative. È con questo obiettivo che la Camera di Commercio di Rieti sta promuovendo un progetto siglato ad ottobre (leggi) con la Caritas Diocesana di Rieti a favore dei richiedenti asilo e rifugiati (nell’ambito del “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati – Sprar”), che vivono sul territorio della provincia di Rieti. Dopo una prima fase di formazione teorica, ora, il progetto di accoglienza integrata passa ad una fase pratica, che consiste nell’impegnare i beneficiati in uno stage della durata complessiva di 200 ore nel settore della ristorazione, falegnameria, edilizia ed agricoltura, nei mesi di maggio e giugno 2014, per offrire loro la possibilità di completare il percorso formativo effettuato in aula con un momento di reimpiego concreto delle nozioni acquisite. ATTIVITÀ GRATUITA L’attività di ospitalità è totalmente gratuita e dunque non comporterà nessun onere a carico dell’azienda che ospiterà lo stagista. La Camera di Commercio di Rieti è a disposizione per fornire assistenza alle aziende interessate ad avviare il periodo di stage. “In molte occasioni le imprese del territorio hanno riscontrato una difficoltà nel reperire figure professionali capaci da un punto di vista tecnico-manuale – afferma il presidente Vincenzo Regnini – Questi stage, al di là del carattere spiccatamente sociale, potrebbe offrire anche una valida occasione per le nostre aziende di testare, a costo zero, le capacità di queste persone attraverso questo primo approccio e trovare quindi, per il futuro, una risposta alle loro necessità”. Per maggiori informazioni e per esprimere la propria disponibilità ad ospitare uno dei beneficiari del progetto, è possibile contattare l’Azienda Speciale  “Centro Italia Rieti”  al numero 0746201364 o scrivere alla mail [email protected] (da comunicato della Camera di Commercio di Rieti) Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email