Locandina_Insieme_Per_Life

WEEKEND DI RISATE AL FLAVIO: IN SCENA “MPRESTAME MOJETA”

Questo  weekend al teatro Flavio Vespasiano sarà in scena la commedia in tre atti “Mprestame Mojeta”, trasposta in reatino da Lorenzo Eleuteri e portata in scena dal gruppo teatrale “Insieme per…”, con la regia di Paolo De Sisto. “Mprestame Mojeta”, originariamente scritta in napoletano da Nino Masiello e Gaetano Di Maio ci riporta all’ultima guerra: la vicenda ruota attorno ad una promessa fatta ad un soldato in fin di vita. La sua richiesta sarà esaudita da un suo compagno d’armi a distanza d’alcuni anni. Tutto si svolge in una casa di montagna, presa in affitto dalla famiglia Segafava per curare il capofamiglia Camillo affetto da esaurimento nervoso. Nella stessa casa è ospite l’amico Paolo con la consorte che, non avendo bagaglio con sé, chiede a Camillo in prestito tutto, proprio tutto… ORARI E BIGLIETTI La commedia sarà di scena al flavio sabato alle 17 ed alle 21 e domenica sempre alle 17 ed alle 21. La prevendita è attiva al botteghino del teatro Flavio vespasiano dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Per info e prenotazioni 33/5226342. Biglietto intero € 10,00 – ridotto € 8,00. L’AUTORE Gaetano Di Maio Figlio d’arte, discendente di un’importante famiglia napoletana di attori e scrittori, Di Maio debuttò giovanissimo come scrittore nel 1948, dopo la scomparsa prematura del padre Oscar, autore e attore di celebri sceneggiate. Il suo primo testo fu “Core ‘e zingara”. Per molti anni fu autore delle maggiori compagnie napoletane e si cimentò anche come autore di canzoni partecipando con successo ai Festival della canzone napoletana. Il salto di qualità avvenne nel 1963 scrivendo, per Nino Taranto, allora all’apice della sua carriera, la commedia “Avendo potendo pagando” che riscontrò in tutta Italia un grandissimo successo. Ancora per Nino Taranto, negli anni successivi, realizzò la fortunata serie “Michele Settespiriti”, cinque atti unici prodotti dalla RAI. In seguito, per quasi dieci anni di Maio tornò al suo vecchio lavoro e non volle lasciare la sua città. Nel 1972 debuttò al Teatro Sannazzaro di Napoli con “La Fortuna ha messo gli occhiali”, commedia che sarà ripresa, con varie modifiche, nella stagione ’88-89 col titolo “14 ‘o pittore e 22 ‘a pazza”. Ma il grande successo lo ebbe con “Mpriestame a mugliereta” (Prestami tua moglie), liberamente tratta da Carlo Guarino in collaborazione con Nino Masiello per la grande regia di Giuseppe De Martino. La commedia fu replicata per duecento serate e presentata in seguito a Parigi da un noto mimo, Jacques Fabri. Foto: INSIEME PER ©

Print Friendly, PDF & Email