ameeting902266

SMITH E JUANTORENA, SANDRO GIOVANNELLI RADUNA LA STORIA DELL’ATLETICA AL GUIDOBALDI

Il pubblico reatino (poco, e tanto sugli argini) in piedi a celebrare Pietro Mennea. Tommie Smith e Alberto Juantorena che fanno sognare i più attempati e incuriosiscono i più giovani. Lo spettacolo in pista che non manca, ma che forse soddisfa più i palati fini che la grande platea. Per intenderci: niente record del mondo (come se fosse una cosa da tutti i giorni, ma si sa, siamo abituati male), ma quattro record del meeting, due primati nazionali di Sudafrica e Qatar, un sub-10 nei 100 (il 9″99 di Walter Dix) che fa sempre la sua figura. La 43esima edizione della creatura di Sandro Giovannelli va in archivio con tanti risultati di valore medio-alto e con i brividi suscitati dalla celebrazione di Pietro Mennea. La nota stonata è la tribuna Terminillo vuota in favore di telecamere Rai e della Iec in Sports che ha diffuso le immagini del Guidobaldi nei cinque continenti. In compenso, l’argine del Velino era ostinatamente pieno di “portoghesi”. Una cattiva abitudine che non passerà mai. Rieti si gode comunque un giorno di ordinario splendore, scalfito poco o nulla dalle numerose defezioni (Gatlin, Carter, Oliver). Foto: Emiliano GRILLOTTI ©

Print Friendly, PDF & Email