conf LIFE_9581

RIETI DANZA FESTIVAL, SABATO AL VIA LA 23ESIMA EDIZIONE: HIP HOP E STAGE IN PIAZZA LE NOVITÀ

Torna, dal 20 al 30 aprile, il “Rieti Danza Festival”, che da oltre vent’anni richiama nel capoluogo sabino centinaia di ballerini dall’Italia e dal mondo. Una ventitreesima edizione ricca di novità quella che a breve andrà in scena sui legni del teatro Flavio Vespasiano e non solo, organizzata dal Comune di Rieti – Assessorato alle Culture Turismo e Promozione del Territorio, con la direzione generale di Piero Fasciolo, ideatore del Concorso dal 1991, e il coordinamento generale di Simone Lolli. Iniziativa di punta del Festival resta il Concorso Internazionale di Danza “Città di Rieti”, competizione che vedrà sul palco del pregiato teatro reatino centinaia di danzatori e che in passato ha prodotto eccellenze del mondo tersicoreo che hanno poi calcato le scene dei più grandi teatri del mondo. Il Concorso si terrà dal 25 al 30 aprile. I ballerini in gara per sei giorni saranno all’interno del teatro reatino con corsi, prove e ovviamente la competizione, con le fasi “eliminatoria”, “semifinale” e “finale”. Il Concorso è suddiviso nelle Sezioni “Classica”, “Pas de Deux”, “Moderna-Contemporanea”, “Composizione coreografica”. Tre le categorie di danzatori: “Allievi” (da 11 a 13 anni), “Juniores” (da 14 a 17 anni), “Seniores” (da 18 a 25 anni). A giudicare i danzatori sarà una Giuria, con grandi nomi del  mondo della danza, presieduta da Walter Zappolini e composta da Roberto Fascilla, Claudia Zaccari, Yuri Vyskubenko, Shirlej Esseboom. Le premiazioni avverranno nel corso del Gran Gala del 30 aprile. Due nomi daranno ancora più lustro all’iniziativa: Raffaele Paganini, étoile internazionale, sarà il presidente onorario del concorso; Laura Comi, direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, la madrina. Ma per l’edizione 2013 del Festival, che da anni fa di Rieti la Capitale della danza, non mancheranno le novità. Già, perché per questa edizione una parte della kermesse avrà come cornice non solo il teatro di via Garibaldi, ma anche piazza Vittorio Emanuele II, la principale della Città. E’ qui che si svolgeranno “Rieti in Stage” (25-29 aprile), corsi di danza con docenti di livello internazionale (tra cui Elisabetta Terabust, Natalia Vyskubenko, Laura Martorana, Maria Cossu, Marco Arbau e Daniele Baldi, testimonial per l’Hip hop) rivolti alle scuole di danza locali e agli eventuali esclusi del concorso (numerose anche le adesioni da tutta Italia), e “Rieti Hip Hop Evolution”, l’altra novità del Rieti Danza Festival di quest’anno.

Quest’anno la kermesse apre le porte, infatti, anche alla danza che affascina tantissimi giovani; in programma ci sono un Contest Free Style che si terrà in piazza Vittorio Emanuele II il 23 aprile, e “Rieti Hip Hop Evolution”, serata di Gala con i ballerini finalisti del concorso Hip hop che si terrà il 24 aprile al teatro Flavio Vespasiano. Numerosi anche gli eventi collaterali: da “Alice nel Paese delle Meraviglie” (20 aprile), progetto rivolto alle scuole medie locali, a “Nozze di danza” (22 aprile) con la partecipazione delle scuole di danza di Rieti; l’evento sarà dedicato ad Annalisa Angelini, ballerina reatina, recentemente scomparsa, che vinse il concorso di danza nel 1997. E poi la presentazione del libro “Elisabetta Terabust – L’assillo della perfezione” di Emanuele Burrafato (Gremese Editore), che si terrà il 29 aprile alle Officine Fondazione Varrone. Il 30 aprile, sempre alle Officine, si terrà la conferenza “Ho appena 50 anni – Raffaele Paganini incontra il pubblico”: l’etoile internazionale della danza si racconterà al pubblico in un incontro a cura di Carmela Piccione. Il 30 aprile il Gala finale che chiuderà la manifestazione: sul palco del Flavio Vespasiano saliranno i concorrenti del Concorso internazionale “Città di Rieti”; nel corso della serata avverranno le premiazioni. In scena anche tanti ospiti, come Gabriele Rossi, attore, danzatore e coreografo, Gloria Malvaso e Joshua Costa del Teatro dell’Opera di Roma e l’attore Paolo Fosso. Saranno inoltre consegnati diversi riconoscimenti: il Premio alla Carriera sarà assegnato all’étoile internazionale Elisabetta Terabust; il Premio del Giornalismo andrà a Sara Zuccari, de Il Giornale della Danza.Com, per la diffusione della danza in Italia.  “La città pullulerà di danza – ha dichiarato l’ideatore della kermesse, Piero Fasciolo -; il Rieti Danza Festival giunge alla ventitreesima edizione: se questo è accaduto è perché credo che professionisti ed esperti del settore l’abbiano definita seria e prestigiosa. Quest’anno ci sono poi anche delle novità, come il ‘Rieti Hip hop Evolution’, un esperimento che abbiamo voluto provare, per avvicinare ancora di più i giovani ma anche per uscire fuori dal teatro. Speriamo che i consensi siano numerosi, e sia l’inizio di una nuova e bella avventura”.
“Per il 23esimo anno, Rieti torna a essere la Capitale della Danza grazie al Rieti Danza Festival; torna a esserlo in un anno difficile, un anno nel quale le risorse dell’Amministrazione sono poche e molti invece sono i bisogni della Città, ma abbiamo ben chiaro che nel decidere non vanno perse di vista le priorità – dichiara il Sindaco di Rieti, Simone Petrangeli -. Tra le priorità, è opinione condivisa, le Culture e il Turismo occupano un posto importante e ben individuato. Rieti è la Capitale della Danza anche soprattutto perché ben nove scuole di danza portano più di mille giovani reatini a danzare e il Rieti Danza Festival è di tutto questo movimento un naturale palcoscenico internazionale”. “Siamo riusciti, con un’attenta rivalutazione dell’impianto organizzativo, a ridurre notevolmente e ottimizzare l’investimento incrementando la qualità del Festival, e la nuova sezione Hip hop ne è testimonianza – dichiara l’assessore alle Culture e Turismo del Comune di Rieti, Diego Di Paolo -. E’ un festival che in vent’anni è cresciuto, ha prodotto due eccellenze reatine, come Susanna Salvi e Rita Rossi, e che produce ricchezza con positive ripercussioni dirette sul turismo e garantendo una grande visibilità alla Città e al teatro Flavio Vespasiano”. (Da comunicato stampa del Rieti Danza Festival) Foto: Itzel COSENTINO/Agenzia PRIMO PIANO © 18 Aprile 2013

Print Friendly, PDF & Email