50 MILA FIRME PER L’ACQUA TUTTA PUBBLICA

(a.l.) Rieti Virtuosa non smobilita: insieme ad una galassia di associazioni e movimenti è in campo per raccogliere firme per promuovere un referendum propositivo su scala regionale per l’acqua pubblica nel Lazio e a Rieti. Nelle scorse settimane è stata depositata una proposta di legge popolare in tal senso alla Regione da sottoporre a referendum propositivo. “Contro il sindaco di Roma Alemanno che sta per vendere l’ulteriore 21% di quote societarie di ACEA e contro la Giunta Polverini che sembra orientata a costituire un Ambito unico regionale per la gestione del servizio idirco, la nostra proposta di legge punta a istituire un fondo per la ripubblicizzazione del servizio, accorperà i Comuni in Ambiti di bacino idrografico più piccoli degli attuali e che rispettino il naturale ciclo delle acque e prevede per Rieti la tanto agognata concessione delle sorgenti Peschiera-Le Capore”. La legge dovrà essere firmata da almeno 50mila elettori del Lazio e, se entro un anno dalla sua consegna non sarà discussa, il Presidente della Regione Lazio sarà tenuto ad indire il voto referendario, in cui cittadine e cittadini saranno chiamati ad esprimersi su questa proposta di legge. Un comitato promotore per la raccolta firme si è costituito nei giorni scorsi alla Casa del Volontariato. Ne fanno parte finora Cittadinanzattiva Rieti, Associazione PosTribù Onlus, Movimento civico Rieti Virtuosa, Slow Food Amatrice, Rieti e Sabina, Associazione Mondi Sommersi, Forum Salviamo il paesaggio Rieti e provincia, singoli cittadini. Ulteriori informazioni sul sito ww.referendumacqualazio.it. e scrivendo a [email protected] Foto: Itzel COSENTINO / Agenzia PRIMO PIANO © 26 Maggio 2012

Print Friendly, PDF & Email