Ciccomartino_6007_life

CONTI COMUNALI, CICCOMARTINO: “ALMENO 60 MILIONI DI DEBITO”

Alessandra LANCIA.  “Da una stima prudenziale elaborata sui dati in nostro possesso, la cifra complessiva dei debiti che il Comune ha verso Asm, banche e fornitori ammonta a circa 60 milioni di euro. E se si considera che nel 2010 il volume del bilancio era attestato sui 57 milioni di euro siamo nella condizione in cui i debiti hanno superato il bilancio”. Dati e analisi sono di Gianni Ciccomartino, il segretario provinciale della Cgil Fp che da anni segue da vicino le vicende gestionali e finanziarie del Comune di Rieti e per questo periodicamente vittima degli strali del sindaco Giuseppe Emili. Ieri pomeriggio Ciccomartino ha presentato il quadro economico del Comune nel corso di un’iniziativa sui costi della politica organizzata alla Sala dei Cordari dal comitato “Mettici del Tuo”, presente il candidato sindaco del centro sinistra Simone Petrnageli, l’ex parlamentare Cesare Salvi, Pietro Agostinelli (Socialismo 2000), Anna Maria Massimi (Pd) e Paolo Bigliocchi (Alleanza per Rieti). “Con questi dati spero di averti definitivamente convinto a rinunciare a diventare sindaco” ha detto scherzando Ciccomartino a Petrangeli. “Io invece credo che Simone sarà il prossimo sindaco di Rieti” ha detto Bigliocchi, “anche se per ristabilire trasparenza e legalità tra tante opacità di questa amministrazione sarà opportuno ricominciare a dire qualche no”, ha puntualizzato la Massimi. Spulciando ancora tra i conti del Comune – peraltro vecchi di due anni, visto che il consuntivo 2011 non è ancora disponibile e il preventivo 2012 non è stato approvato – spicca l’aumento esponenziale delle spese correnti (“in tre anni salite da 48 a 57 milioni”), il boom delle entrate da multe (arrivate a 4 milioni), la concessione a prezzi stracciati dei parcheggi a striscia blu alla Saba – “a 130.000 euro annui, a fronte di incassi potenziali che superano il milione di euro” – e gli 8.000 euro di affitto al mese che il Comune paga per i dissuasori di velocità, i “bussolotti blu” con le calcomanie delle macchine fotografiche. Foto: Gianluca VANNICELLI/Agenzia PRIMO PIANO © 14 Aprile 2012

Print Friendly, PDF & Email