boncompagni

CARO FABIO TI SCRIVO…

Pubblichiamo la lettera che l’assessore all’Ambiente del Comune Antonio Boncompagni ha inviato al Presidente della Provincia Fabio Melilli. L’assessore comunale adotta da un po’ di tempo questo curioso modo di comunicare con il suo dirimpettaio, preferendo l’invio di lettere anzichè raggiungere a piedi l’ufficio di Melilli che dista pochi metri dal suo. RietiLife è comunque sempre a disposizione nelle vesti di “postino”.

Caro Presidente Melilli, non è sfuggito a nessuno che il 22 marzo è stata la “Giornata mondiale dell’acqua”. Un momento interessante di stimolo e riflessione su uno dei “beni pubblici” essenziali per la nostra esistenza. Un tema che dovrebbe riempire le agende degli amministratori visto che il nostro territorio ospita il secondo bacino idropotabile d’Europa. E a proposito della problematica della valorizzazione e della gestione del nostro sistema idrico e delle sorgenti Le Capore-Peschiera, come ricorderai, ci siamo visti il 21 dicembre scorso. All’ordine del giorno c’erano temi importanti: l’affidamento del Servizio idrico integrati di Ato 3 alla Società completamente pubblica, l’imminente annullamento degli Ato, la vertenza della ricaduta economica sul territorio reatino a seguito dello sfruttamento delle nostre sorgenti. L’impegno da te proposto e condiviso da tutti era quello di rivederci al massimo entro gennaio 2011, al fine di maturare e condividere una strategia politica per dare risposte certe alla collettività e al territorio, ma a tutt’oggi la Conferenza dei sindaci Ato 3 non ha aggiornato i propri lavori, mentre permagono due rischi molto pericolosi; il primo, l’annullamento di Ato 3, il secondo, l’annullamento, dopo cinque anni, della deliberazione della giunta regionale che decideva a favore della Provincia otto milioni di euro ogni anno per trenta anni a titolo di rimborso dello sfruttamento del Peschiera-Le Capore. Una cifra che, benché minima e a nostro avviso insufficiente, metteva comunque un punto fermo e di avvio alla risoluzione di una vertenza che dura da oltre settanta anni. Per questi motivi, mi permetto di chiedere con questa lettera aperta la convocazione urgente della Conferenza dei sindaci Ato 3 affinché si riprendano i lavori sospesi nel dicembre scorso, nell’intento unico di avviare percorsi di valorizzazione di una delle prime risorse del nostro territorio, l’acqua. Certo di un positivo riscontro ringrazio anticipatamente. Foto: Emiliano GRILLOTTI © 28 Marzo 2011

Print Friendly, PDF & Email