ritellife

RITEL

Pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Generale Fiom Cgil,Luigi D’Antonio.
Siamo in fase delicata della vertenza ed è per questo che è necessario accelerare il processo per dare una soluzione definitiva. Dopo aver superato indenni l’ultima assemblea dei soci, la situazione economica finanziaria dell’azienda non permette sicuramente di rilassarsi nemmeno un attimo. Il pericolo della messa in liquidazione non è assolutamente scongiurato anzi, così come emerso nell’ultima assemblea dei soci, la decisione è stata solo rinviata per la presenza di elementi di novità come l’intervento di Finmeccanica. Possiamo dire che questo è stato accolto positivamente anche dai lavoratori e dalle OOSS visto che, dopo oltre quattro anni dalla firma del protocollo, per la prima volta sembra ci sia l’intenzione della stessa Finmeccanica di dare un sostegno alla Ritel. Dovevamo aspettare che l’azienda arrivasse sull’orlo del fallimento? E’ utile ricordare a tutti che Finmeccanica è un socio di Ritel. Pensiamo però che oggi sia necessario ancor di più passare dalla politica degli annunci alla politica dei fatti. E’ fondamentale inoltre accelerare il cambio dell’assetto societario, con l’ingresso di nuovi soci che siano in grado di costruire un nuovo piano industriale che dia sicurezza e prospettive ai lavoratori. L’accelerazione è necessaria anche perché i lavoratori stanno pagando sulla loro pelle questa fase di incertezza, essendo tutti in cassa integrazione. Inoltre dobbiamo concludere il processo di reintegro dei lavoratori dall’Arcobaleno, cosi come previsto dagli accordi sottoscritti, perché per loro la cassa integrazione in deroga scade a fine anno e rischiano seriamente di rimanere senza lavoro e senza ammortizzatori sociali. Come OOSS nei prossimi giorni ci confronteremo con i lavoratori per proseguire la mobilitazione e rivendicare una soluzione definitiva per tutti.Nella foto gli operai della Ritel in Provincia. Foto: Emiliano GRILLOTTI © 13 Novembre 2010

Print Friendly, PDF & Email